Blu Egizio

Varianti disponibili:




Descrizione

Acquerello preparato con il pigmento inorganico minerale Blu Egizio, chimicamente silicato di rame e calcio. Questo è il più antico pigmento sintetico conosciuto: veniva prodotto già nel III millennio a.C. in Egitto. La sua produzione ed il suo utilizzo nell'arte proseguirono per millenni: in Egitto fino al periodo Tolemaico, nell'arte Minoica, in Mesopotamia, nella civiltà Greca ed in quella Romana, grazie alla quale si diffuse da Pompei all'Inghilterra, infine gli artisti medievali europei ne fecero uso in affresco. Il processo produttivo prevedeva la miscelazione di sabbia, calcare, un minerale di rame (solitamente malachite) e soda (carbonato di sodio): la mistura veniva cotta intorno ai 900°C per diverse ore e la massa risultante veniva polverizzata e lavata. In natura esiste un minerale con la sua stessa composizione, la cuprorivaite. Ha un basso potere tingente, è molto trasparente e possiede un'ottima resistenza alla luce.

Codice: EGY

Principio colorante: Silicato di rame e calcio

C.I.: PB31

Stabilità alla luce: 5/5

Trasparenza: Trasparente

Serie: 5

Condividi questa pagina!