Blu di Prussia

Varianti disponibili:




Descrizione

Acquerello preparato con il pigmento Blu di Prussia, chimicamente ferrocianuro ferrico e di ammonio. Questo viene considerato essere il primo dei pigmenti moderni. Venne scoperto serendipicamente agli inizi del '700, per via di un'impurezza presente in un sale (potassa) utilizzato da un preparatore di colori e proveniente dalla bottega di un alchimista, J.K. Dippel. Nel giro di poco tempo si scoprì il modo di produrlo volontariamente, utilizzando il sangue animale come sorgente del composto che poi, trattato con un sale di ferro, dà origine a questo intensissimo colore blu. Esso si diffuse largamente a partire dal XVIII secolo ed è stato costantemente utilizzato fino ad oggi. Il nostro acquerello preparato con questo pigmento puro possiede un elevatissimo potere tingente, è semi-trasparente e la sua resistenza alla luce dipende dalle condizioni in cui viene utilizzato. Se utilizzato puro e non miscelato ai bianchi, la sua resistenza alla luce è eccellente, ma se miscelato a bianchi come Bianco di Zinco (Bianco di Cina) o di Titanio, diventa piuttosto instabile. Consigliamo quindi di utilizzarlo puro, sfruttando il bianco della carta grazie alla sua trasparenza, o eventualmente miscelato a dei gialli per ottenere bei verdi.

Codice: MIL

Principio colorante: Ferrocianuro ferrico e di ammonio

C.I.: PB27

Stabilità alla luce: 5/5 usato da solo, altrimenti può diminuire

Trasparenza: Semi-trasparente

Serie: 1

Condividi questa pagina!